Piazza di Spagna, Fontana di Trevi, via Veneto

Da via del Corso, per arrivare a Piazza di Spagna, si può prendere una delle famose
vie dello shopping di lusso.
via Frattina, che segue il percorso di una strada di epoca romana utilizzata dagli
abitanti delle ville del Pincio per recarsi al centro della città, via Condotti, dove
si trova l’Antico Caffè Greco, via Borgognona,  via del Babbuino, che deve il
suo nome alla statua del Sileno, divinità classica legata alle sorgenti ed alle fontane,
famosa agli abitanti del rione per la sua bruttezza, a tal punto da paragonarne la
figura ad una scimmia: er babbuino, che divenne col tempo il nome stesso della
strada, via Margutta, …

Stanchi dello shopping, una sosta obbligata è riposarsi sulla scalinata di Trinità
dei Monti, in Piazza di Spagna, è una delle più famose piazze di Roma. Deve il
suo nome al palazzo di Spagna, sede dell’ambasciata dello stato iberico presso la
Santa Sede. Al centro della piazza vi è la famosa Fontana della Barcaccia, che
risale al primo periodo barocco, scolpita da Pietro Bernini e da suo figlio, il più
celebre Gian Lorenzo.
La monumentale scalinata di 135 gradini fu inaugurata da papa Benedetto XIII
in occasione del Giubileo del 1725; essa venne realizzata per collegare l’ambasciata
borbonica spagnola (a cui la piazza deve il nome) alla chiesa di Trinità dei Monti.

Da Piazza di Spagna, prendendo via Sistina, si raggiunge via del Tritone; girando a
destra si raggiunge Piazza di Trevi che ospita la famosa Fontana. Il tema
dell’intera composizione è il mare. È inserita in un’ampia piscina rettangolare dagli
angoli arrotondati, circondata da un camminamento che la percorre da un lato
all’altro, racchiuso a sua volta entro una breve scalinata poco al di sotto del livello
stradale della piazza. La scenografia è dominata da una scogliera rocciosa che
occupa tutta la parte inferiore del palazzo, al cui centro, sotto una grande nicchia
delimitata da colonne che la fa risaltare come fosse sotto un arco di trionfo, una
grande statua di Oceano che guida un cocchio a forma di conchiglia trainato da
due cavalli alati, a loro volta guidati da altrettanti tritoni.

Ritornando su via del Tritone, il cui nome deriva dalla statua del Tritone di Gian
Lorenzo Bernini, si raggiunge Piazza Barberini. La fontana, per molti una delle più
belle di Roma, è stata realizzata in travertino e presenta, tra le code dei quattro
delfini che sorreggono il tritone, due stemmi dei Barberini.
All’angolo con Via Veneto si trova la Fontana delle api, l’animale simbolo dei
Barberini. Disegnata alla fine dell’Ottocento, Via Veneto deve la sua fama soprattutto
per essere stata al centro della vita mondana degli anni cinquanta e sessanta del
Novecento. E’ d’obbligo un aperitivo in uno dei tanti caffè.

Translate »